Oratorio


OV

OV2014

——

La storia:

L’Oratorio Volante nasce nel 1998, grande ispiratore e promotore ne fu Don Gianni Di Pinto.
Il 30 agosto 1998 ci fu il primo campo a Sompiano insieme ai ragazzi del I° e II° Cresime.
L’Oratorio, ancora in gestazione, contava pochi membri. Un gruppo di post-cresima “I CRESIMATTI” e un gruppo di giovani e adulti il G.U.L.P.
Fu deciso di chiamarlo “Volante”, perché non c’era all’interno della Parrocchia un ambiente dedicato, né tantomeno uno spazio all’aperto nel quale poter far giocare o intrattenere i giovani oratoriani. Così spesso la domenica pomeriggio si “sfruttavano” le strutture che le parrocchie della Prefettura ci mettevano a disposizione.
Mentre a San Gabriele c’erano i giovani, ma non le strutture per accoglierli, in altre parrocchie c’erano le strutture, ma troppo spesso restavano troppo silenziose, perché vuote. Il nostro itinerare, il nostro “volare” da un campo di calcetto all’altro, da una parrocchia all’altra diventava anche una testimonianza.
Il ’99 e il 2000 furono gli anni del grande lavoro di costruzione delle fondamenta di questa nuova entità, confrontandosi con altre esperienze giovanili (gli oratori romani, gli oratori lombardi, gli scout, l’A.C.R.) avendo però già stabilito le mete da raggiungere e da cui non si poteva prescindere qualsiasi fosse stato il metodo scelto: formare onesti cittadini e buoni cristiani.
Il percorso che scelse l’O.V. passava per i campi scuola, estivi e invernali, per la formazione attraverso la Scuola Oratoriana e per la partecipazione attiva e collaborativa alla vita della Parrocchia.
Il 5 settembre del 2001, ad Arcinazzo dopo 5 giorni di un campo molto intenso si riunisce l’Assemblea costituente dell’Oratorio Volante che sancisce la nascita dell’Oratorio e ne nomina il primo Consiglio.
Di questa assemblea c’è ancora il documento e la foto dei suoi membri.

Prima Assemblea O.V. Arcinazzo 5 SETTEMBRE 2001

L’Oratorio ha fatto suo il motto del movimento dei focolari fondato da Chiara Lubich:

“SEMPRE SUBITO E CON GIOIA”

Questo motto ha sostenuto l’Oratorio soprattutto nei momenti più duri ed ha accompagnato ogni persona che ne è passata al suo interno, perché l’O.V. non si dimentica: nasce da una Persona che è Gesù che puoi trascurare, ma se Lo incontri lascerà per sempre un segno nella tua vita.. e prima o poi quando meno te lo aspetti Lo rincontrerai e allora sarà un bel ritrovarsi.