SIAMO “TESTIMONI DELLA TERRA” !!!


Piccoli Custodi crescono… allegri, pieni di sorrisi e speranze, in un percorso continuo di “risveglio di consapevolezza”.

Non dimenticano di avere un compito: la cura e la custodia del Creato, la scoperta, la rivalutazione e la custodia della bellezza.

Il Creato, alleato prezioso, che ogni giorno gratuitamente dona calore e colori, una vita sempre nuova.

Piccoli Custodi crescono… e nel loro contapassi personale, le esperienze si moltiplicano, ma non dimenticano quell’appartenenza, quella voglia di essere protagonisti attenti e autentici di un presente che nelle loro mani diventa futuro.

E allora, in occasione della Giornata della Terra, abbiamo partecipato al concorso #IoCiTengo “Trasformiamo il deserto in foresta”.

Al Villaggio per la Terra a Villa Borghese sabato 22 aprile siamo stati premiati con un bellissimo trofeo che regala al nostro gruppo il titolo di “Testimoni della Terra”.

Inoltre abbiamo vinto la possibilità di visitare il Planetario. Francesco D’Alessio ci ha raccontato con passione e semplicità, i segreti insondabili del cielo sopra di noi.

Abbiamo accarezzato un tenero allocco, ammirato un bellissimo falco pellegrino, un riccio timido e due solide tartarughe.

Giornata bellissima, piena di emozioni, voglia di stare insieme e di “fare le cose insieme”.

Un ringraziamento a Earth Day Italia per averci accolto e “coccolato”.

Grazie ai nostri ragazzi, sempre pieni di entusiasmo, ai loro genitori, quasi più entusiasti di loro, assolutamente “sprint” e sempre pronti a lasciarsi sorprendere dalla bellezza intorno a noi.

Stiamo tracciando una strada nuova. Ci sono altri Piccoli Custodi che percorrono la strada aperta da noi. Ogni strada nuova si apre con il primo passo. Noi ci siamo e continueremo a esserci.

Grazie a Marco, amico da una vita.

Grazie a Sonia, Simona, Alfonso per il sostegno costante.

Grazie a don Antonio per aver dato spazio e fiducia, per aver voluto, creduto, appoggiato e sostenuto questo progetto.

Dedichiamo questo “premio” ad Anna Rita. Lo avrebbe preso tra le mai e innalzato verso il cielo. Era con noi dentro ogni risata, in ogni sguardo commosso, in ogni chiacchierata, dentro ogni espressione sorpresa, nella luce di ogni stella. Ogni stella di quel cielo buio e misterioso, così lontano eppure appena sopra di noi.

E chissà se dietro quelle stelle, così luminose sabato sera, non si nascondeva forse proprio lei, sorridente e divertita, a illuminare noi, rimasti col naso all’insù ad ammirare sconosciute traiettorie.

img_20170423_223949 img-20170423-wa0000 img-20170422-wa0024 img-20170422-wa0025 img-20170423-wa0001 pw25 img-20170423-wa0004